L'INVASIONE DEGLI SCARAFAGGI 

la mafia spiegata ai bambini 

di e con  Valentina Vecchio

regia Alessio Di Modica 

Questa è la storia di una serena cittadina, nella quale un giorno di sole è arrivato silenzioso un misterioso “virus” che trasforma gli abitanti in scarafaggi.

Impossibile non incontrarlo! C’è chi ne viene subito contagiato. C’è chi invece     decide di combatterlo. Questo virus si chiama MAFIA!!  Si racconta di come i piccoli gesti  quotidiani a lavoro, a scuola, per strada siano le armi migliori per sconfiggerle. Proprio la scuola è il contesto  dove tutto si sperimenta, si conosce e si riconosce e sarà proprio la maestra Carlina a dare il “La ”al cambiamento, al vento nuovo per sconfiggere questa malattia. Il teatro di figura è lo strumento attraverso cui si dà vita a personaggi che lottano o vengono trasformati in scarafaggi. La narrazione accompagna le scene di burattini creando un ponte tra situazioni reali e immaginarie. Grazie alla storia raccontata i bambini avranno modo di    trovare spunti per un discorso intorno a temi quali mafia, omertà, pizzo, uomini e donne che hanno avuto il    coraggio di ribellarsi alla mafia. 

Lo spettacolo è ispirato dall’omonimo libro illustrato edito dalla Beccogiallo autori Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso

FORTUNA DOVE SEI   

da storie popolari 

di e con Valentina Vecchio 

Cavalieri Erranti Teatro 
Inseguire la fortuna, inseguire la fortuna.. ma com’è fatta la fortuna?
Questa è la storia di un uomo talmente ossessionato dalla ricerca di fortuna da non accorgersi di ciò
che lo circonda sulla via. A lui nulla è regalato e per questo si sente molto sfortunato.
Ma nulla accade nell’immobilità
Qui Si racconta del viaggio che compì per chieder soluzioni al dio della montagna e dei curiosi
incontri che si posson fare sulla via... se la fortuna ci passasse proprio accanto saremmo in grado di
vederla?
tra buffe situazioni e ribaltamenti, tigri, alberi parlanti e tristi fanciulle, forse arriveremo a chiederci
qualcosa anche su di noi.
La storia si svolge tra narrazione a vista e scene di burattini in baracca. Il variare di ritmi e
situazioni,così come i diversi livelli di lettura possibile la rendono adatta dai 7 anni a tutte le fasce
di età successive,adulti compresi; i più piccoli sono colpiti dal ritmo e dal movimento, i più grandi
dalle disavventure e gli adulti… probabilmente dall'immedesimazione!

LE AVVENTURE DI UNA GAZZA LADRA

liberamente ispirato da una filastrocca di Luzzati

di e con Valentina Vecchio

Cavalieri erranti Teatro in collaborazione con Associazione Onirica

La gazza ladra è un uccellino nero e bianco irresistibilmente attratto dal luccichio... non è il valore di ciò che prende ad attirarla ma la lucentezza, il desiderio di brillantezza.

In un paese senza nome, tre re un po’ buffi e un po’ malvagi trascorrono il tempo a farsi la guerra, unico ostacolo sono le grandi spese, ma non ci si può arrendere, l’unico modo per vincere tutti è allearsi e prendersela con chi non può reagire...un allegro bosco multicolore. Può una piccola gazza restituirgli la libertà?

Il personaggio della gazza ladra è presentato come un pupazzo animato, mentre i personaggi dei tre re sono caratterizzati da corone di diverse forme, colori e dimensioni, prendono voce indossate o mosse dal narratore.

La tecnica è quella di narrazione con pupazzi e piccoli elementi

COSE CHE CADONO DAL CIELO

di e con Valentina Vecchio  

Cavalieri erranti Teatro in collaborazione con Associazione Onirica

A volte a cader dal cielo è una occasione da cogliere al volo prima di doverla inseguire, altre volte a cadere dal cielo sono oggetti pesanti e inaspettati, ci si può scontrare in volo, ci si può perdere di vista nella caduta e ritrovarsi in situazioni divertenti e surreali..

Un uccellino in un volo infreddolito si imbatte in un oggetto volante non identificato.

Sul terrazzo di una casa, in un giorno come tanti, spunta una scopa apparsa dal nulla; sarebbe già un evento curioso, senza contare che la scopa si muove! 

Dopo dispetti, ruzzoli e capitomboli la soluzione del mistero… Il racconto originale prende spunto da una antica leggenda pagana secondo la quale madre natura dopo aver per tutto l’anno aiutato le piante a crescere e fiorire, diventa visibile sotto forma di strega per un solo giorno d’inverno, appare vecchia e rinsecchita come un ramo; in questo volo lascia cadere doni e semi che nasceranno a primavera.

Spettacolo di racconti e burattini in baracca