STORYTELLING - CLOWN - TEATRO DI FIGURA 

Lo STORYTELLING per la compagnia è la ricerca della letteratura orale che ogni cultura ha prodotto.
Il recupero della memoria orali di diversi paesi diventa memoria attiva che agisce nel presente per creare radicamento, lettura del presente, e cittadinanza attiva. Attraverso i training e i workshop internazionali realizzati in Italia e all’estero area Teatro è alla ricerca delle storie di questo mondo. La tecnica pedagogica proposta parte dallo studio dei principi del cunto siciliano: il respiro-il ritmo- l’immagine- la voce. Gli stessi principi sono utilizzabili per ascoltare e raccontare storie da posti diversi sia culturalmente che geograficamente e  portano alla scoperta del linguaggio universale del Narrare. 
Da anni lavora a delineare una dimensione artistica e sociale del CLOWN, non inteso come clown da corsia , da ospedale o da circo ma Clown in quanto figura umana che opera nel vissuto collettivo che può intervenire o esibirsi ovunque, soprattutto in contesti difficili, per veicolare emozioni, riflessioni e mettere in moto processi dell’animo molto personali e importanti .In tal senso la tecnica del Clown diventa uno strumento efficace di formazione e di intervento per lavoratori del terzo settore, operatori del volontariato e attori o performer che voglio sviluppare un proprio stile o una personale poetica. Mentre per persone che vivono in situazioni a rischio, marginali o di disabilità l’utilizzo di questa pratica diventa mezzo o canale di libera espressione.Dunque l’uso del naso rosso è tecnica di rigenerazione di energia che diverte, emoziona e coinvolge a doppio senso : chi guarda e chi fa. 
Il lavoro sui pupazzi e burattini e sul TEATRO DI FIGURA in generale  si ispira alla poetica  della storica compagnia il Bread & Puppets di Peter Schumann ed è nato dalla collaborazione con IL TEATRO DEL CORVO di Silvano d’Orba. Attraverso questo linguaggio e la sua vocazione alla  “materializzazione dei sogni” si sono realizzati  laboratori nelle scuole e spettacoli sui temi della legalità, del rispetto dell’ambiente, della memoria, della decrescita etc etc. In ambito  europeo la tecnica dei pupazzi è utlizzata nella realizzazione campi di lavoro  per  per minori escambi giovanili.

SCUOLE 

Il teatro come strumento formativo per avvicinare gli studenti a temi come legalità,memoria,diritti civili,tutela dell'ambiente etc etc  Negli anni sono stati realizzati, dalle scuole elementari alle Università, laboratori sia  per studenti che insegnanti.  Finanziati attraverso attraverso Pon,Pof e Por dell'Unione Europea. 

PREMI CON LE SCUOLE

2004 Vincitori del premio regionale  LAVORO NERO LAVORO VERO con l’istituto Liceo Scientifico A. Saluta di Augusta.

2005 Vincitori del premio  PACHINO PER LA LEGALITA’con L’Istituto S. Pellico di Pachino con lo spettacolo I SETTE A PACHINO 

2010 Vincitori con lo spettacolo STORIE DI PESCATORI del concorso per le scuole del Ministero delle Politiche Agricole e della Pesca  “MARINANDO” Con l'stituo Pirandelo di Floridia,  testo e regia di Alessio Di Modica

2011 finalisti con lo spettacolo I PICCIOTTI I MARI del concorso per le scuole del Ministero delle Politiche Agricole e della Pesca “MARINANDO”  con l'isituto G. Marconi dI   LENTINI  testo e regia di Alessio Di Modica