Progetti

STORYTELLING - CLOWN - TEATRO DI FIGURA 

Lo STORYTELLING per la compagnia è la ricerca della letteratura orale che ogni cultura ha prodotto.
Il recupero della memoria orali di diversi paesi diventa memoria attiva che agisce nel presente per creare radicamento, lettura del presente, e cittadinanza attiva. Attraverso i training e i workshop internazionali realizzati in Italia e all’estero area Teatro è alla ricerca delle storie di questo mondo. La tecnica pedagogica proposta parte dallo studio dei principi del cunto siciliano: il respiro-il ritmo- l’immagine- la voce. Gli stessi principi sono utilizzabili per ascoltare e raccontare storie da posti diversi sia culturalmente che geograficamente e  portano alla scoperta del linguaggio universale del Narrare. 
Da anni lavora a delineare una dimensione artistica e sociale del CLOWN, non inteso come clown da corsia , da ospedale o da circo ma Clown in quanto figura umana che opera nel vissuto collettivo che può intervenire o esibirsi ovunque, soprattutto in contesti difficili, per veicolare emozioni, riflessioni e mettere in moto processi dell’animo molto personali e importanti .In tal senso la tecnica del Clown diventa uno strumento efficace di formazione e di intervento per lavoratori del terzo settore, operatori del volontariato e attori o performer che voglio sviluppare un proprio stile o una personale poetica. Mentre per persone che vivono in situazioni a rischio, marginali o di disabilità l’utilizzo di questa pratica diventa mezzo o canale di libera espressione.Dunque l’uso del naso rosso è tecnica di rigenerazione di energia che diverte, emoziona e coinvolge a doppio senso : chi guarda e chi fa. 
Il lavoro sui pupazzi e burattini e sul TEATRO DI FIGURA in generale  si ispira alla poetica  della storica compagnia il Bread & Puppets di Peter Schumann ed è nato dalla collaborazione con IL TEATRO DEL CORVO di Silvano d’Orba. Attraverso questo linguaggio e la sua vocazione alla  “materializzazione dei sogni” si sono realizzati  laboratori nelle scuole e spettacoli sui temi della legalità, del rispetto dell’ambiente, della memoria, della decrescita etc etc. In ambito  europeo la tecnica dei pupazzi è utlizzata nella realizzazione campi di lavoro  per  per minori escambi giovanili.